Cibo e ambiente

Sto da Bio! La rubrica che si ocupa di cibo con un’attenzione al rispetto per l’uomo e per l’ambiente.

Cibo e letteratura

Penna e calamaro: rubrica per nutrire la mente.

Food Design

Contorni sformati: il gusto è a 5 sensi! Questa categoria vuole saziare i lettori in cerca di novità nel food design.

Home » Cibo e letteratura

Un filo d’Olio

Submitted by on venerdì, 24 giugno 20112 Commenti

Per le prossime vacanze vi consigliamo questo libro che profuma di Sicilia e d’ estate. Opera della scrittrice Simonetta Agnello Hornby, che ripercorre la sua infanzia e i sapori delle vacanze passate con la sorella Chiara a casa della nonna in Sicilia. La campagna siciliana ci soprende con i suoi colori, i suoi animali e da metà del libro i suoi sapori.. infatti, quando Simonetta è diventata troppo grande per giocare con la sorellina e troppo femmina per guidare il trattore come il cugino Silvano, avviene il suo inserimento in cucina con le altre donne di famiglia.. ed è qui che iniziano le 28 gustosissime ricette, che dal salato al dolce ci presentano un tripudio di bontà siciliane: zucchine fritte con aglio, menta zucchero e aceto, le melanzane alla parmigiana ( definite con orgoglio ” a modo nostro”) e il biancomangiare con il latte di mandorla.
Un libro che vi consigliamo anche per la semplicità con cui vengono descritte le ricette, che si possono veramente realizzare… o limitarci a sognarle, magari mentre si sta organizzando la prossima vacanza in Sicilia!

Editore: Sellerio
Anno: 2011
Autore: Simonetta Agnello Hornby
Pagine:204
Euro: 14

2 Commenti »

  • Rapina said:

    Da grande fan della Sicilia e della sua cucina, anch’io sono finita per casa su Un filo d’olio…piacevole viaggio nella storia e nei sapori di una bellissima terra. Della stessa autrice, insieme a Maria Rosario Lazzati, La cucina del buon gusto, libro che mi sto “gustando” ora, ricco di ricordi e riflessioni sul cibo, la tavola, le sue tradizioni e i modi di viverle. Interessantissimo poi poter leggere i frammenti, che le autrici riportano e da cui traggono ispirazione, del trattato La Fisiologia del Gusto, scritto nel Settecento dal gastronomo Jean Anthelme Brillat-Savarin…considerazione con trecento anni suonati ma così attuali… Ah..il potere universale della gastronomia!!!!

  • Sofia&Francesca (author) said:

    Grazie del consiglio! Anche “La cucina del buon gusto” è molto stuzzicante.

Lascia un commento!

scrivi il tuo commento qui sotto, o manda un trackback dal tuo sito. Puoi anche iscriverti a questi commenti via RSS.

Sii gentile, rimani in argomento. Lo spam non sarà tollerato

Puoi usare questi tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo blog supporta i Gravatar. Per ottenere il proprio globally-recognized-avatar, registra un account presso Gravatar.